WeWard, l’app che ti paga per camminare arriva in Italia

SmartWorld team
SmartWorld team
WeWard, l’app che ti paga per camminare arriva in Italia

L'idea può sembrare tremendamente folle al punto da apparire irrealistica. Ma è tutto vero: esiste un'applicazione che permette di guadagnare soldi con una certa facilità ovvero con lo svolgimento di una naturale attività quotidiana. Basta camminare. Si chiama WeWard ed è gratuitamente scaricabile sia su smartphone Android e sia su iPhone. Stando a quanto hanno messo nero su bianco gli sviluppatori e all'esperienza di chi ha già scaricato, installato e provato questo software, è proprio così.

E allora non ci resta che entrare nei dettagli di questo strumento: come funziona WeWard? Quanto si può davvero guadagnare con questa app? Già, perché può sembrare un po' strano a prima vista che si possa guadagnare a nostra insaputa. Ed è inevitabile domandarsi da dove vengono questi soldi ovvero come fanno gli ideatori di questo software a sostenersi economicamente. Si tratta quindi di un'applicazione affidabile? Vale realmente la pena effettuare il download di WeWard e permettere di contare i nostri passi?

WeWard: come funziona l’app che paga per camminare

Entrando nei dettagli del funzionamento dell'app, WeWard calcola la strada percorsa utilizzando il contapassi anche quando il device è in tasca.

Non c'è alcunché di particolare a cui fare attenzione. Basta attivare l'app e avere lo smartphone sempre con sé, così da permettere la misurazione. In particolare, il software legge il numero di piani saliti, le calorie attive bruciate e la distanza percorsa. In questo modo traccia le prestazioni e i progressi quotidiani.

Per rendere le passeggiate più divertenti - fa testualmente notare nella fase di presentazione - ha attivato una serie di sfide da completare, adatte a tutti i livelli. In buona sostanza, WeWard punta a facilitare il mantenimento della forma e della buona salute mentre l'utente guadagna bonus. La mappa integrata nell'app consente di trova tutte le offerte e di fruire di sconti nei negozi più vicini, così come di visitare i musei, i monumenti e i siti turistici. Come dire, cerca di unire l'utile, il dilettevole e il profittevole.

Come sono pagati i passi giornalieri da WeWard

Entrando quindi nei dettagli pratici, WeWard ricompensa gli utenti che scaricano e utilizzano l'app con una valuta digitale interna.

Si chiama proprio Ward ed è quindi facilmente ricordabile proprio perché è unica. Il calcolo avviene in maniera progressiva: ogni 1.500 passi, il camminatore ottiene 1 Ward, ogni 3.000 3 Ward, fino a conquistare 25 Ward al raggiungimento di 20.000 passi. E qui entra in gioco l'aspetto su cui si concentrano le attenzioni degli utenti. Come si viene pagati? Con denaro reale in euro? Oppure si tratta di un flusso di soldi virtuali da impiegare solo all'interno di questa applicazione?

Ebbene, gli utenti che accumulano i crediti possono poi convertirli in euro e accreditarli in banca. Il primo bonifico scatta al momento del raggiungimento della soglia minima di 15 euro, corrispondenti a 3.000 ward fino a 60 euro per 12.000 punti. Gli utenti possono anche decidere di trasformarli in voucher e buoni regalo per acquistare dai partner selezionati da WeWard. Una terza possibilità è invece quella di donarli in beneficenza.

Cosa chiede in cambio WeWard

Se questo è il funzionamento dell'app WeWard che paga gli utenti per camminare e i soldi che circolano sono reali, come fanno gli ideatori di questo software a guadagnare? Lo fanno in due modi principali.

Innanzitutto con gli annunci pubblicitari all'interno del software, che non richiede comunque alcun costo per il suo utilizzo, a cui si affianca le partnership con altri marchi del settore del fitness. Quindi con gli acquisti in-app che possono effettuare gli utenti. Tutti loro devono quindi mettere in conto che WeWard rimane attivo anche in background e di conseguenza richiede un maggiore consumo energetico.

Chi ha inventato l’app WeWard

Dietro l'app WeWard c'è Yves Benchimol, ingegnere laureato all'École Polytechnique de France. Considerando che l'applicazione ha già distribuito in Italia più di 2 milioni di euro e a oggi sono quasi 6 milioni gli utenti che hanno effettuato il download, ecco che si capisce il successo di questa intuizione.

L'app permette agli utenti anche di conoscere la selezione WeWard ovvero gli articoli scelti per accompagnare gli utenti nell'attività fisica. L'obiettivo dichiarato è arrivare a 15 milioni di utenti nel 2022 e consolidare la rete di partner, principalmente di prossimità presenti nei piccoli centri abitati.

Mostra i commenti