Con 2.500$ di pannelli solari, questa Tesla potrebbe ricaricarsi mentre va. Più o meno

Attaccare un carrello con pannelli solari a una Tesla per caricarla mentre si guida: perché no?
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Con 2.500$ di pannelli solari, questa Tesla potrebbe ricaricarsi mentre va. Più o meno

Perché dover ricaricare la propria Tesla a una colonnina quando c'è il sole che grazie ai pannelli solari può darci tutta l'energia di cui abbiamo bisogno? È quello che ha pensato lo YouTuber ItsYeBoi, che con 2.500 dollari ha creato un carrello dotato di pannelli solari da attaccare alla sua auto elettrica per poterla caricare mentre va (ecco i falsi miti sulle auto elettriche). 

Abbiamo già visto auto dotate di pannelli solari integrati, e purtroppo non è una soluzione adeguata per garantire l'indipendenza dalle colonnine. Questo progetto certo non è quello più elegante (o legale) disponibile, anche perché l'auto non è dotata di gancio traino, ma è senz'altro economica. 

Lo YouTuber ha preso dei pannelli solari da Wish, di quelli flessibili da 100W, e li ha montati tramite supporti in compensato su un carrello dotato di un telaio in alluminio per orientarli verso il sole.

A questo punto, ItsYeBoi ha collegato i pannelli a dei controller da connettere alle batterie. Da queste, l'energia passerà verso l'inverter e poi sulla Tesla. Non è certo, come si dice in gergo, rocket science, ma un progetto fai-da-te artigianale. 

Dopo aver connesso i cavi, il problema era collegare il carrello all'auto, visto che questa non è dotata di gancio traino, e lo YouTuber ci ha pensato con un pezzo di legno inserito nel bagagliaio e tenuto in posizione da una ruota e da dei pesi. Sorvoliamo sul particolare. 

A questo punto l'ingegnoso influencer ha portato l'auto al sole per vedere se i pannelli ricaricassero le batterie. Collegando queste ultime all'inverter e a una ciabatta, ha potuto ricaricare il telefono e alimentare una macchina del caffé. Ma un'auto?

Facciamo due conti. ItsYeBoi ha installato otto pannelli da 100 W, per una struttura in grado di generare, al massimo, 800 W al minuto.

La sua Tesla necessita di 1600 W quindi per ogni ora di sole si può ricaricare l'auto per 30 min. Una Tesla impiega, se ricaricata a una presa standard, 30-40 ore per la ricarica, quindi ci vorrebbero 80 ore per caricarla con il carrello, ma considerando che le situazioni non sono sempre ottimali (nuvole o orientamento), si presume una capacità al 75%, quindi 100 ore. Se assumiamo 10 ore di sole al giorno, fanno 10 giorni per caricare l'auto. In condizioni poco meno che ottimali.

Insomma, non proprio una soluzione praticabile, ma almeno funziona? Alla fine del video, lo YouTuber collega l'inverter alla presa dell'auto e, dopo qualche attimo di incertezza, questa si illumina e l'auto mostra di essere in carica. Non solo, ma indica che per caricarsi completamente dallo stato attuale, che sembra più o meno essere all'80%, necessiterebbe di quasi 12 ore di carica. 

Vi lasciamo al video completo, che per quanto possa non essere praticabile, è comunque divertente e interessante.

Gruppo Facebook

Community SmartWorld +15k
Confrontati con altri appassionati di tecnologia nel gruppo segreto
Entra