Cos’è il One-Pedal Driving

Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Cos’è il One-Pedal Driving

Su un'auto a combustione con cambio manuale troviamo tre pedali: frizione, freno e acceleratore, mentre sulle auto a cambio automatico (e quindi anche sui veicoli elettrici e su quelli ibridi non mild), ce ne sono solo due. Quindi cos'è il One-Pedal Driving (guida a un pedale, letteralmente in italiano)?

Non preoccupatevi, non è stato ancora eliminato il freno, ma molte auto elettriche e ibride plug-in offrono una nuova modalità di guida che non solo consente di recuperare energia frenando, ma di eliminare quasi totalmente la necessità di premere il freno. 

Scopriamo cosa significa e come funziona, oltre a scoprirne gli eventuali vantaggi. 

Indice

Cos'è il One-Pedal Driving

Cos’è il One-Pedal Driving

Prima di spiegare cosa sia il One-Pedal Driving bisogna approfondire il concetto di frenata rigenerativa, una tecnologia introdotta nei veicoli a batteria, ibridi ed elettrici che consente di recuperare l'energia cinetica delle ruote.

In pratica, quando si frena questa energia si disperde sotto forma di calore, ma, grazie alla frenata rigenerativa, si sfrutta per generare elettricità e quindi caricare la batteria.

Questo ha due effetti: da un lato si usano meno i freni e dall'altro si ottiene energia "gratuitamente". La frenata rigenerativa, nelle auto a batteria, interviene in genere rilasciando il pedale dell'acceleratore e premendo il pedale del freno, ma non è sufficiente a portare il veicolo all'arresto completo, sia perché non è abbastanza forte, sia perché alle basse velocità è meno efficace

In alcune auto, però, ci sono diversi livelli di frenata generativa, che vanno dalla disattivazione della funzione a un'intensità più alta. Alcune, poi, offrono un particolare tipo di frenata generativa, ancora più efficace e potente, chiamato One-Pedal Driving

Questa modalità di guida, come suggerisce il nome, è così efficace e il suo effetto sul veicolo così importante da permettere in teoria di guidare utilizzando solo il pedale dell'acceleratore.

Premendolo, quando si vuole andare, e semplicemente rilasciandolo, quando si vuole frenare. 

Derivando dalla frenata rigenerativa, il One-Pedal Driving ha una storia molto più recente, e solo nel 2013 è stato introdotto nei veicoli di produzione con la BMW i3

Questo sistema, quindi, ha un profondo effetto sulla guida di un veicolo elettrico, in quanto cambia completamente le nostre abitudini di guida e ha il potenziale di cambiare la mobilità, in quanto obbliga a uno stile di guida più rilassato e meno brusco.

Tra le auto che hanno adottato il One-Pedal Driving ci sono la Chevrolet Bolt, la Polestar 2, la Kia EV6 e la Nissan Leaf.

Andiamo a vedere come funziona, chiarendo però che il pedale del freno è comunque a vostra disposizione per qualunque evenienza o frenate di emergenza.

Come funziona il One-Pedal Driving nelle auto elettriche

Cos’è il One-Pedal Driving

Come abbiamo anticipato nel capitolo precedente, il One-Pedal Driving è un tipo di frenata rigenerativa, quindi il funzionamento è grossomodo lo stesso.

Nei veicoli elettrici e ibridi, il motore elettrico funziona in due direzioni, una per far funzionare le ruote e spostare l'auto, che funziona grazie all'energia della batteria, e l'altra in senso inverso, e genera energia per ricaricare la batteria.

Quest'ultima situazione avviene perché, frenando, è la trasmissione a trasmettere al motore elettrico la coppia, e il motore diventa un generatore. L'energia elettrica così ottenuta può essere restituita alla batteria (rigenerazione).

Nella frenata rigenerativa, il sistema si attiva azionando il pedale del freno, o sempre o solo dopo una certa soglia. Con il One-Pedal Driving, invece, la frenata rigenerativa avviene solo tramite il pedale dell'acceleratore, rilasciandolo.

Quindi se premete l'acceleratore, avrete un'accelerazione (coppia motrice positiva), mentre se lo lasciate, dopo una breve transizione verrà avviata la frenata rigenerativa (coppia motrice negativa). Inoltre l'effetto è tanto più forte quanto minore è la pressione sul pedale.

Se la pressione del pedale diminuisce ulteriormente, in alcuni sistemi il sistema può anche attivare il freno normale, anche se in questo caso ci sono dei limiti per evitare di inchiodare per sbaglio (per esempio nel caso dovesse scivolare il piede sul pedale dell'acceleratore).

Per le frenate di emergenza, infatti, il freno è ancora la soluzione migliore.

Inoltre, come abbiamo detto all'inizio di questo capitolo, la forza della frenata rigenerativa diminuisce all'abbassarsi della velocità, quindi questa tecnologia non sarebbe in grado di fermare completamente un veicolo. Per questo motivo, il sistema attiva automaticamente il freno standard senza che il conducente se ne accorga.

È interessante notare che, come per la frenata rigenerativa, non tutte le applicazioni del One-Pedal Driving sono uguali (e neanche i nomi, c'è chi lo chiama i-Pedal come Kia o e-Pedal come Nissan), ma ci sono diverse regolazioni che hanno un impatto sul consumo di energia, sul comfort di guida e sulla sicurezza.

La mappatura del One-Pedal Driving può essere variata a seconda delle condizioni di guida (specialmente la velocità) e in alcuni veicoli l'utente stesso può intervenire in base alle esigenze o a seconda della situazione di guida, mentre in alcuni contesti il sistema si regola in base a quanto rilevato dai sensori del veicolo o dal sistema di navigazione.

Per esempio, rilasciare il pedale dell'acceleratore su un'autostrada libera porta a un piccolo recupero, mentre farlo prima di una curva stretta o a seguito di una frenata di un veicolo che ci precede porta a recuperi maggiori.

Infine, come per la frenata rigenerativa, anche con il One-Pedal Driving le luci di stop vengono attivate automaticamente

One-Pedal Driving: vantaggi e svantaggi

Cos’è il One-Pedal Driving

Come la frenata rigenerativa, il One-Pedal Driving è pensato per ridurre il consumo di energia nelle auto ibride e produrre energia elettrica gratuitamente nelle auto elettriche. 

Inoltre il sistema fa intervenire meno i freni fisici, riducendo l'inquinamento da particolato e la necessità di manutenzione. Una ricerca dell'università di Eindhoven ha riportato un miglioramento dell'efficienza fino a otto punti percentuali nel traffico urbano e di quattro punti percentuali nel traffico interurbano, ma i risultati dipendevano molto dallo stile di guida dei conducenti, e in alcuni casi c'era persino un aumento di consumo energetico. 

Altri test hanno analizzato l'elettroencefalogramma (EEG) dei soggetti che provavano il One-Pedal Driving, e hanno riscontrato come la funzione risultasse piacevole da utilizzare e richiedesse meno processi cognitivi (il che è abbastanza ovvio).

Secondo alcuni, il One-Pedal Driving è anche più sicuro, in quanto in caso di frenata d'emergenza il cambio del piede dal pedale di guida al pedale del freno avviene con circa 0,2 secondi di ritardo, mentre se il freno già si attiva rilasciando il pedale dell'acceleratore gli spazi di frenata saranno minori. Tuttavia, c'è un ritardo tra rilascio del piede dall'acceleratore e attivazione dei freni e questo potrebbe compensare negativamente questa funzione.

Tra gli svantaggi, c'è il fatto che il One-Pedal Driving è, come nel caso della frenata rigenerativa, poco efficace nel caso di batteria completamente carica o condizioni climatiche particolari (freddo intenso), e che richiede un certo periodo di adattamento.

Inoltre, passando da un veicolo con One-Pedal Driving a uno senza c'è il rischio che il conducente si aspetti un effetto frenante semplicemente lasciando andare il pedale, il che poi non si verifica.

Porsche poi afferma che il One-Pedal Driving non sia efficiente.

Secondo il produttore tedesco, la frenata rigenerativa sulla sua Taycan è il modo più efficiente perché mantiene l'energia cinetica nel veicolo, mentre il One-Pedal Driving comporta perdite di energia sia in decelerazione che in accelerazione. Quindi, dal punto di vista del dipartimento di ingegneria Porsche, è meglio consentire all'auto di continuare a procedere per inerzia dopo che il guidatore ha rimosso il piede dal pedale dell'acceleratore e aggiungere la frenata rigenerativa solo quando è effettivamente il momento di decelerare.

One-Pedal Driving è pericoloso?

Le opinioni sul One-Pedal Driving sono piuttosto polarizzate, e se per la maggioranza la tecnologia è molto comoda, per alcuni è addirittura pericolosa. 

Secondo alcuni esperti, infatti, questa modalità di guida è sicura quanto la guida con una sola mano, in quanto disabitua a utilizzare il freno e questo riduce la reattività in caso di frenata di emergenza

In questo caso, infatti, il One-Pedal Driving non è efficace, ed è sempre necessario premere il pedale del freno per potersi fermare in spazi ristretti.

Come osservato nel capitolo precedente, però, questo potrebbe essere poco intuitivo una volta che ci si è abituati al nuovo sistema, e soprattutto se si passa a una vettura senza One-Pedal Driving ci si potrebbe trovare pericolosamente spaesati.

Tips, tricks e news!
Tutto il meglio della tecnologia in video brevi!
Seguici