Nio: in Europa auto elettriche da 26.500 euro con batterie intercambiabili

I veicoli saranno venduti sotto il marchio Firefly, non ancora definitivo. Ma il prezzo è con o senza batteria?
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Nio: in Europa auto elettriche da 26.500 euro con batterie intercambiabili

Nio sta per aggredire l'Europa, e le aspettative sono altissime. Il marchio cinese di auto elettriche premium, che ha da poco iniziato le consegne delle sue vetture in Olanda, Norvegia, Germania, Danimarca e Svezia, ha infatti annunciato l'arrivo per il 2024 di un sottomarchio per veicoli elettrici meno costosi. 

Il gigante cinese, attualmente sul mercato con le sue ET5, ET7 e EL7, che partono da 49,900 euro senza batteria, ha infatti avviato due progetti, dal nome non ancora definitivo di Alps e Firefly, per proporre auto a prezzi accessibili. 

Come affermato da William Li, amministratore delegato di Nio, nel mercato Europeo c'è una maggiore domanda di veicoli più piccoli rispetto alla Cina, ma la società vuole differenziare i brand e mantenere Nio per quello di alto livello. 

Nello specifico, il progetto Firefly è incentrato sullo sviluppo di un nuovo marchio per auto entry level orientate all'Europa (ma che si espanderanno poi in altri mercati, Cina compresa), con un prezzo indicativo dichiarato di circa £ 23.500 (circa 26.500 euro al cambio), che probabilmente lo metterebbe a confronto con la nuova Volkswagen ID 2.

Ma c'è un punto, e riguarda il costo delle batterie, e in questa luce è da analizzare il costo promesso da Nio.

La società afferma infatti come la sfida maggiore riguarderà i costi delle batterie, maggiore in percentuale sulle auto compatte, ma Nio ha una soluzione diversa dai concorrenti. Invece della ricarica infatti il gigante cinese offre la sostituzione degli accumulatori presso le sue stazioni speciali, che impiegano cinque minuti per l'operazione. Per accedere a questo sistema, però, i clienti devono optare per il noleggio delle batterie, 169 o 289 euro al mese (in Germania) a seconda che si opti per la soluzione da 75 o 100 kWh.

Stazione per cambio batteria Nio

Ovviamente si può anche scegliere di acquistarle, ma visti i prezzi (12000 e 21000 euro rispettivamente) e l'impossibilità di utilizzare il battery swap, comprendiamo come Nio spinga per la prima ipotesi. 

A questo punto però la soluzione si scontra con i nuovi modelli Firefly. Secondo Nio infatti non si potranno utilizzare le Nio Swap Station, ma ci vorrà una rete separata, il che ovviamente complica le cose anche se sarà necessario per mantenere i prezzi bassi (supponiamo che i 26500 euro dichiarati siano infatti senza batteria, ma non ci sono informazioni a riguardo).

Il lato positivo della questione è però che il costo delle batterie calante e le nuove tecnologie aiuteranno la diffusione e mantenere i margini di guadagno necessari per l'operazione. Per quanto riguarda la produzione, avverrà in Cina in una fabbrica nella provincia di Anhui.

Qui si produrranno anche le auto a marchio Alps, una sorta di versione intermedia tra Firefly e Nio, con cui probabilmente condividerà tecnologia di propulsione, piattaforma e batteria.

Lato distribuzione, non abbiamo ancora nessuna informazione sul mercato italiano. Questo annuncio infatti si riferisce al Regno Unito (ecco perché i prezzi in Steriline), dove Nio ha intenzione di arrivare il prossimo anno.

Ma l'ambizione di espandersi ulteriormente in Europa e, in futuro, anche negli Stati Uniti incontra al momento un ostacolo che sembra insormontabile, che riporta il discorso alle batterie. L'azienda cerca infatti produttori di auto a cui far utilizzare la sua tecnologia di sostituzione della batteria, ma al momento nessuno sembra interessato. Riuscirà a imporsi?

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici