Ecco perché tenersi stretta una "vecchia" Model Y

Le nuove Model Y con HW4 abbandonano la GPU discreta e offrono solo la metà di RAM e spazio di archiviazione
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Ecco perché tenersi stretta una "vecchia" Model Y

Nuovo in genere è sempre meglio, ma non nel vocabolario Tesla. Il produttore americano di auto elettriche ha iniziato infatti da qualche tempo le consegne delle nuove Model Y con HW4 (hardware 4), l'ultima suite di sensori e unità di calcolo tanto attesa dagli utenti, e a quanto pare ha fatto diversi tagli per contenere i costi rispetto alle Model S e X. 

Come scoperto dall'hacker Tesla @greentheonly (green), infatti, il nuovo sistema di infotainment compie una serie di passi indietro rispetto alla generazione precedente, su tutti la mancanza di GPU discreta, la presenza di solo 8 GB di RAM invece che 16 e solo 128 GB di spazio di archiviazione invece di 256.

La decisione ha alcune ripercussioni. Su tutte, con le nuove Model Y non potrete giocare a Steam, una funzione ufficialmente supportata solo sulle Model S e X e che alcuni utenti speravano sarebbe arrivata anche sulle Model 3 e Y, ma che ora è definitivamente tramontata.

Questo perché green ha mostrato che la piattaforma dovrebbe funzionare su qualsiasi sistema di infotainment basato su AMD con almeno 16 GB di RAM.

Ma questo sarebbe il minore dei mali e forse non darebbe così fastidio ai nuovi proprietari di Model Y che sono corsi a cambiare la loro vecchia auto per approfittare della promozione che consente di trasferire il FSD (che tra l'altro sulle nuove Model Y non va).

No, c'è di peggio. Come riporta @greentheonly, minore RAM significa che nel tempo il sistema potrebbe essere meno reattivo man mano che il database delle app cresce e anzi già i nuovi proprietari di Model Y riportano questa sensazione. 

Durante l'era Tegra, era pratica comune fare un hard reset sulle Tesla ogni tanto per tornare ad avere un sistema utilizzabile, e sembra che per le nuove vetture ci sia questo destino. Ma non solo. green ha anche scoperto che Tesla ha risparmiato sulle unità di archiviazione NVMe, prendendo dei dispositivi non certificati per il settore automobilistico.

Questo significa che non offrono la stessa resistenza agli sbalzi di temperature e le rende più propense a rompersi. L'hacker rincara la dose, affermando di averne viste molte morire a causa dell'alta temperatura all'interno del sistema di infotainment. 

La notizia non è di grande auspicio neanche per le nuove Model 3 "Project Highland", che dovrebbero montare lo stesso HW4 e arrivare verso ottobre - novembre. 

Tutte le recensioni su YouTube
Le nostre recensioni esclusive e le nostre classifiche
Seguici