Che tipo di manutenzione hanno le auto elettriche

Le auto elettriche fanno risparmiare sulla manutenzione rispetto a quelle a combustione, ma cosa bisogna controllare per garantire che una EV sia sempre efficiente?
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Che tipo di manutenzione hanno le auto elettriche

Le auto elettriche richiedono una manutenzione diversa e meno impegnativa rispetto ai veicoli a combustione interna. Questo però non significa che non debba essere fatta. Anzi, una regolare manutenzione è fondamentale per garantire il corretto funzionamento e la durata nel tempo della vostra vettura.

Andiamo a vedere quindi che tipo di manutenzione hanno le auto elettriche. Perché è vero che questo tipo di macchine presentano molte meno parti mobili rispetto alle loro controparti a combustione interna.

Infatti non ci sono olio o candele da cambiare, e le auto elettriche sono più semplici di un'auto a benzina. Questo perché sono composte da meno componenti principali: motore, batteria e inverter. Il che si traduce in meno manutenzione e quindi in minori spese di gestione.

Nondimeno, è comunque richiesta una manutenzione regolare. Dalla batteria alla rotazione delle gomme per passare alla sostituzione di vari liquidi e di quella dei filtri dell'aria.

Sono diverse le parti che devono essere sottoposti a controllo per garantire l'efficienza della vostra vettura.

Andiamo a scoprire quali sono nello specifico e quanto costa la manutenzione.

LEGGI ANCHE: Quali sono le auto elettriche più economiche

Indice

Che tipo di manutenzione hanno le auto elettriche

polestar-2

La manutenzione di un'auto elettrica richiede il controllo di alcuni componenti, perché meno manutenzione non significa non farla. In generale sono quelli generici di un'auto, come i tergicristalli e il livello dei liquidi.

Alcuni possono venire consumati in maniera particolare, come gli pneumatici. Altri, come la batteria, presentano delle unicità. Andiamo a scoprirli. 

Pneumatici

Le auto elettriche possono consumare gli pneumatici più velocemente delle loro controparti alimentate a benzina.

Questo è dovuto al maggiore peso della vettura, ma non solo. La coppia istantanea prodotta da un motore elettrico può portare alcuni conducenti ad avere il piede un po' più pesante. Questo comporta un maggiore consumo

In ogni caso, è bene fare un controllo ogni 6 mesi per il corretto allineamento (anche prima se si è urtato un marciapiede). Inoltre è consigliata la rotazione delle gomme come si farebbe per un veicolo normale, circa ogni 10.000 km. Infine è sempre consigliato controllare regolarmente la pressione.

Sospensioni

Le sospensioni nei veicoli elettrici funzionano allo stesso modo dei veicoli a benzina o diesel. Ciò significa che, nel tempo, le buche possono causare danni e usura, che alla fine richiederanno una riparazione o una sostituzione.

Come gli pneumatici, però, anche le sospensioni sono messe a dura prova dal maggiore peso di un'auto elettrica. Ecco perché è necessario un controllo regolare. 

Freni

freni auto

In un'auto elettrica i freni vengono consumati meno rispetto a un'auto a combustione. Questo perché le auto elettriche utilizzano due sistemi di frenata: la frenata rigenerativa e quella standard.

La prima utilizza il motore per caricare la batteria di tanto in tanto, e solo successivamente viene usata la seconda. Questo alleggerisce il carico sul sistema frenante meccanico. In ogni caso vanno ovviamente controllati. 

Liquidi ed elementi che devono essere sostituiti

Liquido e spazzole dei tergicristalli, liquido di raffreddamento e della trasmissione, filtri, liquidi dei freni sono tutte componenti che vanno controllate. Alcune di queste, come i tergicristalli e il liquido dei freni possono essere fatte anche in autonomia.

Batteria e impianto elettrico

Come vedremo nel capitolo successivo, la batteria di un'auto elettrica è il componente più costoso, e verrà controllata durante il tagliando. Difetti di costruzione a parte, questo componente è progettato per durare più 10 anni e più di 150.000 km. Quindi molto probabilmente durerà quanto la vostra auto. 

Diverso il discorso della batteria da 12 V, che per alcune vetture come Renault o Smart deve essere sostituita ogni tre anni. 

Come fare la manutenzione della batteria delle auto elettriche

batteria di un'auto elettrica

La batteria di un'auto elettrica corrisponde al serbatoio di un'auto a combustione.

Con una differenza notevole: che costa molto di più. Come abbiamo anticipato, una batteria è fatta per durare a lungo, ma con il tempo si deteriora. Fa parte della sua natura. 

Quanto dura la batteria di un'auto elettrica

Una batteria è garantita mediamente per 8 anni e 150.000 km, ma dura anche di più. Secondo l'AFDC americana, in un clima mite durano durare tra 12 e 15 anni e anche fino a 300.000 km.

Che manutenzione fare alla batteria di un'auto elettrica

Durante il tagliando, i tecnici effettueranno i controlli di routine per verificare che la vostra batteria sia in condizioni ottimali. Inoltre verrà verificata la capacità. Ma voi cosa potete fare?

Evitate le temperature elevate

auto elettrica nel deserto

Se le basse temperature hanno un effetto negativo sull'autonomia, quelle alte sono più pericolose. Questo perché possono ridurre la vita delle batterie. Le case automobilistiche tengono conto di questo e dotano i veicoli di sistemi di raffreddamento e riscaldamento. Nondimeno, se possibile è meglio evitare temperature troppo elevate.

La ricarica ultra rapida è comoda, ma non abusatene

Le auto elettriche possono essere caricate a corrente continua o alternata. La prima è più comoda perché permette una carica anche fino a 400 kW in una quindicina di minuti (se accettata dall'auto).

C'è però un problema. Costi a parte (la carica ultrarapida costa più del doppio di quella a corrente continua), è opinione comune che non bisogna abusarne.

I produttori infatti raccomandano di non caricare in corrente continua le auto elettriche troppo di frequente. Questo perché potrebbe accelerare il degrado della batteria e ridurne l'autonomia. 

Meglio fare cariche frequenti: non scaricare o caricare a fondo la batteria 

ricarica auto elettrica

Le batterie si degradano più rapidamente quando vengono caricate a piena capacità o quando si esaurisce tutta la loro energia. La maggior parte delle auto impedisce di arrivare oltre l'85-90% di carica. E allo stesso modo non potrete arrivare a scaricare completamente la batteria.

In ogni caso, non è consigliato arrivare sotto il 20% e sopra l'80%, se possibile. Meglio quindi fare tante cariche magari a corrente alternata e approfittare delle soste. Per esempio di notte, o durante il lavoro (se il lavoro non implica guidare, ovviamente).

Quanto costa la batteria di un'auto elettrica

La batteria di un'auto elettrica è uno dei componenti più costosi da sostituire in un'auto. Il prezzo dipende ovviamente dal modello dell'auto e dalla capacità della batteria, ma preparatevi a spendere migliaia di euro.

Sostituire la batteria di una Tesla può costare tra i 15 e i 25 mila euro. Per un'auto con una batteria più piccola, costa molto meno, ma comunque nell'ordine dei 10 mila euro.

Quando effettuare la manutenzione di un'auto elettrica

tesla model s

A questo punto vi potreste chiedere ogni quanto fare la manutenzione di un'auto elettrica. Vediamo la frequenza dei controlli. 

Controlli da fare in autonomia

Ogni 30 giorni è consigliato controllare la pressione degli pneumatici ed esaminarne l'eventuale usura. Inoltre controllate il liquido dei lavavetri e riempitelo, se necessario.

Tagliando

Come per un veicolo a combustione interna, è consigliabile fare il tagliando annuale al vostro veicolo elettrico. A differenza di un veicolo a benzina o diesel, però i chilometri sono un po' più dilatati. 

Per un'auto a combustione è opportuno fare un controllo ogni 15.000 km. Per un'auto elettrica il tagliando è mediamente ogni 20.000 km. Detto questo, ogni 10.000 km è consigliato fare la rotazione degli pneumatici. 

Ogni 2 anni è inoltre necessario per alcune vetture cambiare i filtri dell'abitacolo (per esempio Tesla). Sempre sulle Tesla, ogni 4 anni è necessario controllare la qualità del liquido dei freni e cambiare l'essiccante del climatizzatore. 

Revisione

Come per le auto a combustione, è obbligatorio fare la revisione del veicolo a quattro anni dall'acquisto e successivamente ogni due anni.

Quanto costa effettuare il tagliando di un'auto elettrica

tagliando tesla

Abbiamo più volte affermato che la manutenzione di un'auto elettrica costa meno di quella di una vettura con motore a combustione.

Ma quanto meno? 

Ovviamente dipende dall'auto, ma in generale se non si devono sostituire componenti, il risparmio può arrivare anche al 40%. Secondo Fiat, 500e consente di risparmiare il 35% sul tagliando rispetto alla controparte a benzina.

Quindi un tagliando per un'auto di segmento A può andare da 50 euro fino a 120 euro. Per auto più grandi, ovviamente sale. Tesla per esempio non lega il tagliando alla garanzia, e un tagliando dopo due anni per una Model 3 costa 298 euro. In questo caso c'è la sostituzione del filtro abitacolo e dei tergicristalli, oltre ai controlli di routine. Il primo tagliando di una Tesla Model S, invece, costa 525 euro.

Ovviamente nel tempo sarà necessario sostituire più componenti, ma comunque meno rispetto a quelle di un'auto a benzina o diesel. Secondo il portale sicurauto.it, nel periodo di sei anni dall'acquisto la spesa per i tagliandi per un'auto a combustione arriva a 1.885 euro.

Di contro, quella per un'auto elettrica è di 1.095 euro.

Quanto costa la revisione delle auto elettriche

La revisione delle auto elettriche segue le stesse regole di quelle con motore a combustione interna. Quindi il primo controllo deve essere effettuato dopo 4 anni dalla data della prima immatricolazione. Successivamente i controlli devono essere effettuati a cadenza biennale.

Il costo della revisione è invece attualmente fissato a 78,75 euro.

In cosa differisce la manutenzione delle auto elettriche da quelle a combustione

Nei capitoli precedenti abbiamo ripetuto più volte il concetto che le auto elettriche necessitano di meno manutenzione di quelle a benzina. Ma perché?

In cosa differiscono auto elettriche e a combustione per quanto riguarda la manutenzione

manutenzione motore

Innanzi tutto, le auto elettriche sono più semplici. 

Le auto a benzina infatti presentano più parti mobili in attrito tra loro e scambi tra liquidi e gas. Questo significa che non c'è bisogno di cambio dell'olio, delle candele, o il filtro del carburante.

Inoltre in un veicolo a motore potrebbe anche essere necessario sostituire le cinghie di distribuzione e mettere a punto il motore. Il che non avviene con un'auto elettrica.

Le auto elettriche necessitano come quelle a benzina o diesel di liquido di raffreddamento. Però in quelle elettriche viene utilizzato per regolare la temperatura della batteria e non è necessario sostituirlo ogni tre o sei anni. Anzi, potrebbe non essere mai necessario cambiarlo, come avviene per esempio per Tesla Model Y.

Somiglianze tra auto elettriche e a combustione per la manutenzione

Di contro, alcune componenti devono essere comunque controllate. Stiamo parlando di pneumatici, sospensioni, freni, batteria (da 12 V) e liquidi, oltre ai filtri dell'abitacolo.

Veicoli elettrici e auto a benzina sono dotate di trasmissione per far girare le ruote. Quindi è necessario controllare il livello del liquido di trasmissione. Ma nelle auto elettriche il cambio è meno frequente. 

LEGGI ANCHE: Auto elettriche per neopatentati

Domande e risposte

Il costo della manutenzione di un'auto elettrica è inferiore fino al 40% rispetto a quello di un'auto con motore a combustione di pari livello. Per le auto segmento A, può arrivare anche a 50 euro, a salire per i modelli più costosi.
Il prezzo della batteria di un'auto elettrica dipende dal modello della vettura e dalle dimensioni della batteria. Per Tesla può arrivare anche a 20 mila euro.