Subaru Forester

Smartworld

La quarta generazione della SUV delle Pleiadi

La quarta generazione della Subaru Forester, lanciata nel 2012 e sottoposta a leggere modifiche estetiche in occasione del MY16, è una SUV robusta e affidabile molto valida in fuoristrada.

Subaru Forester: gli esterni

In occasione del MY16 la Subaru Forester ha beneficiato di alcuni cambiamenti estetici (specialmente nella zona dei cerchi in lega e del paraurti anteriore).

Subaru Forester: gli interni

Nell’abitacolo della Subaru Forester MY16 troviamo invece un volante rivisto con razza centrale forata e rivestimenti “soft touch”.

Subaru Forester: i motori

La gamma motori della Subaru Forester è composta da tre unità 2.0: due a benzina da 150 e 241 CV e un turbodiesel da 147 CV.

Subaru Forester: gli allestimenti

Gli allestimenti della Subaru Forester a benzina sono tre: Free, Style e XT. La versione “base” offre il climatizzatore automatico, il computer di bordo, i controlli di stabilità e trazione, il controllo pressione pneumatici, i fendinebbia e lo schermo da 6,2”, 4 altoparlanti e Bluetooth.

La variante Style costa 2.500 euro più della Free e risponde con i cerchi in lega da 17”, il climatizzatore automatico bizona, il cruise control, i fari anteriori a LED, il parabrezza riscaldato, lo schermo da 7”, 6 altoparlanti e Bluetooth, i sedili riscaldati regolabili elettricamente, gli specchietti riscaldati, la telecamera posteriore e il volante e il pomello del cambio in pelle.

La Subaru Forester XT – disponibile esclusivamente con il motore 2.0 da 241 CV – offre il cambio automatico a otto rapporti, i cerchi in lega da 18”, la chiusura elettronica nel bagagliaio, l’impianto Harman Kardon con 8 altoparlanti e navigatore, gli interni in pelle, il paraurti sportivo, il sedile guida con memoria, lo Smart Entry, il tetto apribile e i vetri posteriori privacy.

Gli allestimenti della Subaru Forester diesel sono tre: Style, Sport Style e Sport Unlimited. La versione “base” offre i cerchi in lega da 17”, il climatizzatore automatico bizona, il computer di bordo, i controlli di stabilità e trazione, il cruise control, i fari anteriori a LED, lo schermo da 7”, 6 altoparlanti, Bluetooth, i sedili anteriori regolabili elettricamente, i sedili, il parabrezza e gli specchietti riscaldati, la telecamera posteriore e il volante e il pomello del cambio in pelle.

La versione Sport Style comporta un sovrapprezzo di 1.500 euro e aggiunge i cerchi in lega da 18”, la chiusura elettronica del bagagliaio, il paraurti sportivo e la pedaliera in alluminio mentre la Sport Unlimited (che costa 7.000 euro più della Sport Style) può vantare l’impianto Harman Kardon con 8 altoparlanti e navigatore, gli interni in pelle, il sedile guida con memoria, lo Smart entry, il tetto apribile e i vetri posteriori privacy.

Subaru Forester: i prezzi

BENZINA

Subaru Forester 2.0 Free      27.990 euro
Subaru Forester 2.0 Style     30.490 euro
Subaru Forester 2.0 Style Lineartronic  32.790 euro

Subaru Forester 2.0 XT      41.990 euro

DIESEL

Subaru Forester 2.0D Style     31.990 euro
Subaru Forester 2.0D Sport Style   33.590 euro
Subaru Forester 2.0D Sport Style Lineartronic 35.890 euro
Subaru Forester 2.0D Sport Unlimited Lineartronic 40.590 euro

Subaru Forester: addio sobrietà, ora gioca a far la seduttrice

Smartworld
di Simone La Rocca

Addio sobrietà, ora gioca a far la seduttrice

Pagella
verdetto
0/10

Finalmente la Suv Giapponese ha unfrontale grintoso, unlookmeno anonimo e un abitacolo più spazioso.

Con queste armi (e con unadotazionecome semprecompleta) la nuova generazione punta a conquistare chi, finora, l’ha un po’ snobbata

Negli Usa è sempre stata apprezzata, mentre nel nostro Paese la Subaru Forester non ha raccolto il successo sperato.

Nella gamma Subaru, infatti, la proposta più amata dagli automobilisti italiani è stata, per anni, lImpreza.

Che, però, ora è fuori produzione, in attesa del lancio della prossima generazione.

Chissà quindi se la nuova Forester, che ora sfoggia un look decisamente più accattivante e più vicino ai nostri gusti, non sappia approfittare di questa…assenza.

Design

La linea è grintosa quanto basta, specie nel frontale finalmente più personale, l’abitacolo è molto spazioso e la finitura, rispetto a prima, è migliorata. Abbandonato lo stile sobrio e un po’ anonimo del passato, la nuova serie della SUV giapponese punta dritto al cuore dei giovani e, perché no, anche del pubblico femminile.

Motore

La versione della nostra prova della Subaru Forester è spinta dal propulsore 2.0 boxer diesel (architettura dei cilindri unica al mondo) da 147 CV: non è “cattivo”, ma risulta sempre vivace e poco assetato (almeno in rapporto alla mole e alle performance offerte).

Prezzo

Peccato che il prezzo non sia alla portata di tutti: il listino parte dai 29.990 euro della versione base e arriva ai 40.590 euro dell’allestimento Dynamic, il più ricco e accattivante, con cerchi in lega da 18” e il tettuccio panoramico.

La lista delle dotazioni è completa (manca solo il navigatore), ma oltre “quota 40.000” la concorrenza diventa spietata.

Scopriamo quindi se la Forester può essere una valida alternativa alle rivali, tedesche in primis.

Scheda Tecnica

Velocità max 190 km/h
Acc 0-100 km/h 10,2 sec
Cons urb/extra/mix 13,7/19,2/16,9 km/l
Autonomia 1.014 km
Emissione CO2 156 g/km
Bollo 288,96 euro
Costi chilometrici ACI n.d.