La Ferrari del futuro ci analizzerà

Ferrari
Smartworld
di Marco Coletto

Le Ferrari del futuro conosceranno tutto di noi. Secondo il settimanale inglese Autocar la Casa di Maranello starebbe sviluppando un sistema in grado di monitorare lo stato psicofisico del pilota e regolare di conseguenza i controlli elettronici (di stabilità e trazione).

I sensori – montati sul cielo dell’abitacolo, sul cruscotto, sul sedile e sul volante – permetteranno di valutare lo stato di apertura delle palpebre, l’attività elettrica del cervello, la respirazione, la pressione del sangue, la frequenza cardiaca, la temperatura e il grado di sudorazione del conducente.

A seconda del livello di stanchezza (o di tensione) del driver la vettura diventerà più o meno semplice da guidare: in questo modo i proprietari di modelli del Cavallino avranno sempre a disposizione la migliore (sia dal punto di vista dell’efficacia che della sicurezza) configurazione possibile.