Le dieci auto elettriche più economiche in commercio

Le dieci auto elettriche più economiche in commercio (una per marchio): dalla BMW i3 alla Smart fortwo EQ.
Marco Coletto
Marco Coletto
Le dieci auto elettriche più economiche in commercio

Le auto elettriche non sono ancora davvero economiche: basta dare un'occhiata al listino per rendersi conto che solo due vetture a batterie in commercio costano meno di 25.000 euro. È però possibile trovare proposte EV a prezzi non esagerati, seppur alti (meno di 40.000 euro).

In questa guida all'acquisto troverete le dieci auto elettriche più economiche in commercio (una per marchio). L'elenco è composto soprattutto da citycar e da modelli tedeschi e italiani, anche se non mancano mezzi di altre nazioni e altre categorie.

BMW i3 - 35.900 euro

La BMW i3 - versione "base" della piccola tedesca "tutto dietro" (motore da 170 CV e trazione posteriore) - è, a nostro avviso, la migliore auto elettrica "economica" tra quelle analizzate in questa guida all'acquisto.

La proposta più costosa di questa "top ten" è scattante e può vantare una ricca dotazione di serie.

Dacia Spring Essential 45 - 21.450 euro

La Dacia Spring Essential 45 - l'auto elettrica più economica in commercio - è la variante più accessibile della citycar "low-cost" rumena.

Agile nel traffico e nelle curve grazie al peso contenuto (ma con un divano un po' strettino), ospita sotto il cofano un motore da 45 CV carente di coppia e fiacco nelle prestazioni: "0-100" in ben 19,1 secondi.

DR 1.0 - 25.900 euro

La DR 1.0 è una citycar elettrica "cino-molisana": in pratica è una "segmento A" asiatica - la Chery eQ1 - riveduta e corretta a Macchia d'Isernia.

Una cittadina "tutto dietro" (motore da 61 CV e trazione posteriore) poco confortevole e con un bagagliaio piccolo.

Fiat Nuova 500 23.65 kWh - 29.950 euro

La Fiat Nuova 500 23,65 kWh è la versione "base" della citycar elettrica torinese.

Una "segmento A" spinta da un motore da 95 CV.

Jeep Avenger BEV - 35.400 euro

La Jeep Avenger BEV è la versione più accessibile della variante elettrica della piccola SUV statunitense.

Una crossover contraddistinta da una lunga autonomia: merito della batteria grande e di un motore da 156 CV molto efficiente.

Kia e-Soul 39,2 kWh - 34.950 euro

La Kia e-Soul 39,2 kWh è la versione "entry-level" della piccola SUV elettrica coreana.

Una crossover generosa di centimetri per la testa degli occupanti e con un motore da 136 CV ricco di coppia.

MG MG4 Standard - 30.790 euro

La MG MG4 Standard è la versione più accessibile della compatta elettrica "anglo-cinese" (lo storico marchio britannico è di proprietà del colosso asiatico SAIC). Alti e bassi alla voce "praticità": se è vero che i passeggeri posteriori hanno tanto spazio a disposizione delle spalle e delle gambe è altrettanto vero che i centimetri nella zona della testa non sono molti.

Una "segmento C" che punta più sul comfort che sul piacere di guida. La batteria accetta ricariche in corrente continua fino a 117 kW: niente male.

Nissan Leaf Acenta 40 kWh - 34.150 euro

La Nissan Leaf Acenta 40 kWh è la versione più accessibile della seconda generazione della compatta elettrica giapponese.

Una "segmento C" ingombrante (4,49 metri di lunghezza non sono pochi da gestire nel traffico) e con un bagagliaio ampio spinta da un motore da 150 CV.

Renault Twingo E-Tech Electric Equilibre - 24.050 euro

La Renault Twingo E-Tech Electric Equilibre è la versione più economica della variante elettrica della terza generazione della citycar francese.

Una cittadina "tutto dietro" (motore da 82 CV e trazione posteriore) che accetta di serie ricariche in corrente alternata fino a 22 kW.

Smart fortwo EQ Pure - 25.210 euro

La Smart fortwo EQ Pure è la versione più economica della citycar elettrica tedesca "tutto dietro" (motore da 82 CV e trazione posteriore).

L'auto più corta del listino può accogliere solo due persone e ha un'autonomia limitata: colpa della batteria "mignon" e di un powertrain poco efficiente. Lenta, inoltre, la ricarica in corrente alternata di serie: solo 4,6 kW.