Come funziona l’Autopilot Tesla

Guida completa all’Autopilot Tesla: tutto quello che c’è da sapere sul sistema che consente alla vettura di sterzare, accelerare e frenare automaticamente nella propria corsia di marcia
Marco Coletto
Marco Coletto
Come funziona l’Autopilot Tesla

Non fatevi ingannare dal nome: l'Autopilot di Tesla non è un sistema di guida autonoma bensì solo un pacchetto di funzioni (che richiede la supervisione attiva del conducente) che consente alla vettura di sterzare, accelerare e frenare automaticamente nella propria corsia di marcia.

Di seguito troverete una guida completa al sistema Autopilot Tesla: tutto quello che c'è da sapere.

Da quanti e quali elementi è composto l'Autopilot Tesla?

Da otto telecamere che, unite a un sistema di elaborazione delle immagini, forniscono una visibilità a 360 gradi in un raggio di 250 metri.

Quante sono le telecamere davanti?

Tre, dietro il parabrezza. Quella principale (distanza massima 150 metri), quella zoom (distanza massima 250 metri) e quella grandangolare (distanza massima 60 metri). Quest'ultima ha un obiettivo fish eye a 120 gradi e cattura i semafori, gli ostacoli che si incontrano lungo il cammino e gli oggetti che si trovano a distanza ravvicinata.

Come funzionano le telecamere laterali?

Le telecamere laterali ridondanti rivolte in avanti a 90 gradi (distanza massima 80 metri) sono utili per individuare vetture che si immettono improvvisamente nella corsia su un'autostrada e offrono maggiore sicurezza quando si attraversa un incrocio con scarsa visibilità. Quelle rivolte all'indietro (distanza massima 100 metri) controllano i punti ciechi su entrambi i lati della vettura e sono utili per cambiare corsia e immettersi nel traffico in sicurezza.

Come funziona la telecamera posteriore?

La telecamera posteriore si occupa principalmente di garantire sicurezza durante le manovre di parcheggio.

Cos'è Tesla Vision?

Tesla Vision è un set di strumenti di elaborazione delle immagini che gestisce il sistema di videocamere.

Cos'è la funzione Navigate on Autopilot?

La funzione Navigate on Autopilot suggerisce quando effettuare un cambio di corsia per ottimizzare il proprio itinerario ed effettua aggiustamenti per evitare di rimanere dietro a vetture lente o autocarri.

Il sistema guida anche automaticamente verso svincoli e uscite autostradali in base alla destinazione selezionata.

Cos'è la funzione Smart Summon?

La funzione Smart Summon - ideata solo per l'uso in parcheggi e vialetti di una proprietà privata ed esclusivamente su superfici pavimentate - è progettata per consentire alla Tesla di raggiungere il conducente (utilizzando il GPS del telefono come destinazione) oppure una posizione a scelta, evitando eventuali ostacoli e arrestandosi secondo necessità. Funziona con l'app Tesla non appena il telefono viene rilevato a circa sei metri dalla vettura. Utilizzando i sensori a ultrasuoni, le telecamere e i dati del GPS Smart Summon è in grado di manovrare la vettura in uscita da un parcheggio e farle svoltare l'angolo. Una funzione utile per far uscire l'auto da parcheggi stretti, superare pozze e tratti allagati o agevolare i conducenti che si avvicinano al veicolo portando ad esempio le buste della spesa.

Quali altri assistenti alla guida sono montati dalle Tesla?

La frenata automatica d'emergenza (progettata per rilevare gli oggetti contro cui può urtare la vettura, inserisce i freni di conseguenza), il sistema preavviso collisione laterale (avvisa il conducente in caso di potenziali collisioni con ostacoli su tutto il perimetro dell'auto), l'avviso urto frontale (aiuta a mettere in guardia in caso di collisioni imminenti con auto ferme o che si spostano lentamente) e gli abbaglianti automatici (entrano in funzione quando necessario).

Mostra i commenti