Il nuovo SUV elettrico di BYD promette di aggredire il mercato: è compatto e super economico

La nuova Yuan UP è un SUV elettrico che in Cina potrebbe costare meno di 13.000 euro, ma in Italia è un altro discorso
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Il nuovo SUV elettrico di BYD promette di aggredire il mercato: è compatto e super economico

BYD (Build Your Dreams) non si accontenta di aver appena scavalcato Tesla come il maggior produttore di auto elettriche al mondo e di essere il marchio più venduto in Cina, ma vuole consolidare il proprio dominio con un continuo flusso di veicoli, ora arricchito da un piccolo SUV che promette di dominare il mercato (sapete cosa misurano Volt e kWh in un'auto elettrica?).

Yuan UP è infatti l'ultima aggiunta alla gamma Yuan del produttore cinese, appena annunciato sulla piattaforma di messaggistica Weibo con un comunicato dai contenuti vivaci e spiritosi, che lasciano intuire un orientamento verso la fascia di mercato dei giovani. 

Questo il testo del comunicato, tradotto dal cinese: "Xiao Yuan, attacca! Il nuovo piccolo amico della famiglia Yuan #UP sta arrivando, quindi rimanete sintonizzati!".

Oltre ad alcune immagini, BYD non rivela molto della nuova vettura, se non che sarà "il primo SUV di classe A0" basato "sulla sua e-Platform 3.0".

La piattaforma per auto elettriche, lanciata nel 2021, è estremamente versatile e oltre a disporre di un'architettura a 800 V consente in teoria lo sviluppo di auto con un'autonomia di oltre 1.000 km, doppio motore e accelerazione di 2,9 s.

Ovviamente questi non sono numeri che si applicano alla nuova Yuan UP, che quindi si affianca a BYD Dolphin e Atto 3 (in Cina nota come Yuan Plus), altre vetture del marchio basate sulla piattaforma.

Stando a quanto trapelato dagli enti di certificazione, Yuan UP sarà una vettura compatta, di dimensioni leggermente superiori alla Dolphin (che misura 4.290 mm di lunghezza, 1.770 mm di larghezza con gli specchietti retrovisori aperti, 1.570 mm di altezza e 2.700 mm di passo), ma potente.

Dettagli sulle motorizzazioni non sono stati condivisi, e neanche i prezzi, ma viste le somiglianze con la Dolphin secondo diversi osservatori dovrebbe avere prezzi addirittura inferiori. 

Ricordiamo che la Dolphin in Cina parte da 116.800 yuan (15.160 euro) fino a 139.800 yuan (18.140 euro), e le previsioni sono che la UP costi tra 100.000 yuan (12.980 euro) e 150.000 yuan (19.470 euro).

È anche grazie a questi prezzi che BYD deve in Cina il suo incredibile successo, e la famiglia Yuan da sola ha contribuito con 428.580 unità nel 2023, che corrispondono al 14% delle vendite totali del marchio. 

In Italia la situazione è ben diversa. La Atto 3 parte da 41.990 euro mentre la più economica (e piccola) Dolphin parte da 35.490 euro, quindi è difficile immaginare che se mai arriverà la nuova UP (o comunque possa essere rimarchiata) costi meno di 30.000 euro.  

Al momento BYD non ha ancora svelato quando lancerà la vettura, e neanche se arriverà sul mercato italiano, ma siamo sicuri che il produttore condividerà maggiori informazioni a breve. 

Fonte: BYD
Mostra i commenti