BYD Han: la sfida a Tesla Model S in Italia è lanciata

Il gigante cinese arriva in Italia con una berlina di lusso che promette fino a 662 km di autonomia
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
BYD Han: la sfida a Tesla Model S in Italia è lanciata

In caso non lo conosciate, fareste bene a ricordarvi di BYD, il più grande produttore al mondo di auto elettrificate (tra elettriche e ibride), secondo per vendite di auto elettriche dopo Tesla (ma non in Cina, dove regna incontrastato) e uno dei maggiori produttori di batterie.

Ora come tanti marchi cinesi BYD è approdato in Europa, e lo fa senza mezze misure. In Italia arrivano una serie di store nelle principali città e soprattutto quattro modelli, due già disponibili, Han e Atto 3, e due previsti per i prossimi mesi, Dolphin e Seal. I produttori occidentali devono preoccuparsi? Andiamo a scoprirlo.

Una supercar dall'anima europea

Il prodotto di maggior rilievo è l'ammiraglia Han, una berlina che ha nel mirino Tesla Model S o BMW i5, per fare alcuni nomi di rilievo. 

Imponente ma dal design filante (cx di 0,23), BYD Han misura 4,99 metri di lunghezza, 1,91 metri di larghezza, 1,49 metri di altezza e presenta un passo di 2,92 metri.

La linea è di ispirazione europea in quanto affidata al tedesco Wolfgang Egger (ex capo del design di Alfa Romeo, Audi e Lamborghini), sobria, equilibrata e senza eccessi, ma comunque elegante.

Dotata di trazione integrale e di due motori che offrono un totale di 517 cavalli e 700 Nm di coppia, BYD Han garantisce prestazioni da supercar: 3,9 secondi nello scatto da 0 a 100 km/h (valore riportato anche da un'etichetta sul posteriore, 3,9S).

La velocità è autolimitata a 180 km/h, mentre la batteria da 85,4 kWh promette un'autonomia fino a 521 chilometri nel ciclo misto e fino a 662 chilometri in città, con la capacità di ricaricarsi tramite impianti in corrente continua da 120 kW dal 30 all'80% in mezz'ora. Il che non è certo un risultato al top della categoria.

Gli interni, frutto dello svizzero Michele Jauch-Paganetti, a lungo direttore del centro stile Mercedes di Como, sono dominati dall'ampio tablet da 15,6" e dal quadro strumenti da 12,3".

Ottima la dotazione, che comprende anche l'head up display e tanti aiuti alla guida (tra cui quattro telecamere a 360 gradi e otto radar). Molto buona la qualità dei materiali e piuttosto intuitiva, sebbene macchinosa, l'interfaccia del sistema di infotainment, che permette anche la gestione da remoto.

Dal tablet si gestisce tutto, anche l'impianto di condizionamento, e i comandi più utilizzati sono sempre in primo piano. La sorpresa è uno schermo da 7" che appare sul bracciolo tra i sedili posteriori, e che serve per regolare la climatizzazione. 

Lo spazio a bordo non è tantissimo, soprattutto dietro, e anche il bagagliaio, con i suoi 410 litri, non convince appieno. Ma soprattutto manca un vano anteriore per i cavi di ricarica. 

La maneggevolezza della BYD Han è ottima nonostante le 2,2 tonnellate di peso, e le configurazioni Eco, Comfort, Sport e Snow consentono di impostare il livello di comfort o autonomia della vettura.

BYD Han si propone insomma come una valida e pericolosa concorrente per le berline di lusso disponibili sul mercato, e se pensiamo che ha un prezzo di 70.940 euro mentre le altre vetture di pari caratteristiche superano agevolmente i 100.000 euro, forse dovrebbero preoccuparsi.

BYD inoltre ha attualmente in catalogo la Atto 3, un SUV lungo 4,45 metri con 204 cavalli e in vendita a partire da 42.000 euro in tre allestimenti, mentre nei prossimi mesi arriveranno la Dolphin, una berlina compatta da 31.000 euro con motori da 95, 176 o 204 cavalli, oltre alla berlina Seal. La sfida è lanciata.

BYD Atto 3

Il canale degli sconti tech +50k
Tutti i migliori sconti e coupon per la tecnologia
Seguici