La batteria per auto che non teme il freddo

Una startup cinese afferma di aver superato il limite delle auto elettriche: la scarsa autonomia con le basse temperature
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
La batteria per auto che non teme il freddo

Uno dei grandi limiti delle auto elettriche, soprattutto nei climi freddi (ecco come inserire le coordinate geografiche in Google Maps), è il calo drastico dell'autonomia con l'abbassarsi delle temperature. 

Questo, secondo uno studio commissionato da AAA, potrebbe arrivare fino al 40% a causa delle basse temperature e dell'uso del calore, ma Greater Bay Technology afferma di aver risolto il problema. 

La startup cinese di batterie ha infatti annunciato che la sua nuova cella Phoenix agli ioni di litio da 1.000 km di autonomia è in grado di funzionare normalmente e caricarsi entro sei minuti in tutte le condizioni atmosferiche. Questo grazie all'uso di materiali superconduttori e a una tecnologia di gestione termica che può riscaldare la batteria da -20°C a 25°C in soli cinque minuti.

"Non importa se è una giornata calda o una giornata fredda, l'autonomia della batteria Phoenix non sarà influenzata", dichiara Huang Xiangdong, co-fondatore e presidente di Greater Bay.

Huang ha studiato ingegneria automobilistica in Italia durante gli anni '80 e ha svolto un post-dottorato presso il centro di ricerca Fiat per cinque anni prima di tornare in Cina nel 1991 e lavorare in GAC (il terzo marchio di auto elettriche più venduto in Cina dopo BYD e Tesla). Poi, nel 2016, la svolta: l'abbandono di GAC e nel 2020 la creazione di Greater Bay Technology insieme al collega Pei Feng, amministratore delegato. 

In soli due anni dalla sua fondazione, la società, anche grazie agli investimenti del gigante statale Guangzhou Automobile Group Co., è diventata un cosiddetto "unicorno" (una startup del valore di oltre 1 miliardo di dollari) e uno degli attori primari nella agguerritissima scena di produzione delle batterie in Cina.

Ambizione o traguardo raggiungibile? Le premesse ci sono tutte. Stando alle specifiche, la batteria di prima generazione di Greater Bay, montata sul SUV elettrico Aion V Plus di GAC, consente già di ottenere 500 chilometri di autonomia con soli 15 minuti di ricarica, il che la mette al vertice della categoria per prestazioni.

Per quanto riguarda Phoenix, al momento stiamo parlando di un progetto in via di sviluppo che deve superare una serie di test prima della sua applicazione sul campo, che però dovrebbe avvenire, se tutto andrà bene, già dall'anno prossimo. Greater Bay infatti prevede che le sue nuove batterie verranno montate sui veicoli elettrici di Aion del 2024, e anche altre case automobilistiche si sono fatte avanti.

Su WhatsApp le breaking news tech!
Solo il meglio della tecnologia
Seguici