Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Volete acquistare un'auto elettrica ma non sapete bene a cosa andate incontro? Ecco i loro veri svantaggi, ma anche i vantaggi, rispetto alle endotermiche.
Alessandro Nodari
Alessandro Nodari
Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Si parla tanto di veicoli elettrici e dei loro vantaggi per l'ambiente, ma gli utenti non sono convinti. La loro adozione è infatti frenata da una serie di svantaggi rispetto alle auto a benzina.

In soli dieci anni le auto a batteria sono migliorate moltissimo, ma è sufficiente a fugare i dubbi anche dei più scettici? Per questo andremo a vedere quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche.

LEGGI ANCHE: Cosa non pagano le auto elettriche

Non che le auto con motore a combustione non ne siano esenti. Ma vista la pressione sulla nuova tecnologia e il cambio di paradigma che comporta, sono in molti a chiedersi se valga la pena. 

Le auto elettriche sono efficienti, silenziose, non emettono gas di scarico e hanno una coppia molto alta. Ma sono pesanti, e al momento non disponibili in versioni economiche, oltre ad avere alcune criticità.

In questo approfondimento abbiamo cercato di analizzare tutti i compromessi che bisogna accettare. Dai difetti strutturali, come la degradazione delle batterie, agli svantaggi come la velocità di ricarica. Per passare dagli svantaggi ambientali, come la creazione e il riciclo delle batterie o l'inquinamento da polveri sottili. Andiamo quindi a esplorare tutte queste problematiche in modo da poter fare una scelta ragionata.

Indice

Quali sono i difetti delle auto elettriche

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

I difetti delle auto elettriche sono le caratteristiche strutturali inerenti alla tecnologia. Vediamo quelli maggiori. 

Deterioramento della batteria

Come la batteria del telefono, che quella di un'auto elettrica si degrada nel tempo: è un limite della tecnologia. Per questo molte persone si preoccupano di quanto durerà la batteria del loro veicolo elettrico.

In generale si pensa che la batteria di un'auto elettrica dovrebbe durare almeno 10 anni (fino a 20 anni) e fino a 250.000 km.

La garanzia della batteria di un'auto elettrica arriva anche a otto anni e 160.000 km (che poi sono le nuove regole Euro 7). Nelle garanzie di solito viene specificato che se la capacità massima della batteria scende al di sotto del 70%, verrà sostituita o riparata.

I produttori di auto elettriche utilizzano accorgimenti per ridurre il deterioramento. Inoltre uno stile di guida misurato e attente abitudini di ricarica aiutano a prolungare la durata della batteria. 

La sostituzione di una batteria fuori garanzia costa in effetti tanti soldi. Nondimeno tali scenari, anche se non inauditi, sono molto più rari di quanto alcuni inizialmente temevano. Senza considerare che in 10 anni i costi di manutenzione di un motore a combustione sono senz'altro di più di quelli di un'auto elettrica. E comunque anche i motori a combustione non durano in eterno. 

Catena di approvvigionamento

Mentre è normale per un produttore di auto a benzina costruirsi un motore, per le auto elettriche è un po' diverso.

Diverse componenti, soprattutto le batterie, sono costruite in Cina.

Questo comporta una dipendenza tecnologica che può avere ripercussioni in caso di problemi geopolitici. Per non parlare dei prezzi

Velocità di ricarica

È inutile girarci intorno. La velocità di ricarica delle auto elettriche è uno svantaggio rispetto a quelle a batteria. Mentre con un'auto a benzina si fa il pieno in pochi minuti, anche il rifornimento con le colonnine più veloci richiede fino a 15 minuti.

Per questo è necessario, almeno con questa tecnologia, adottare un cambio di mentalità con le auto elettriche. Piuttosto che caricare sempre la batteria al massimo, è meglio fare tante piccole ricariche.

Se fate un lungo viaggio, è necessario usare una colonnina a ricarica rapida. Per i tragitti di tutti i giorni si può invece caricare a corrente alternata, che è più economica. Potete semplicemente collegare la vostra auto al supermercato o al lavoro per qualche ora, e avrete anche fino a 50 km di autonomia, sufficienti per i tragitti quotidiani.

Chi ha la fortuna di avere la ricarica a casa, può lasciare l'auto in carica tutta la notte, e al mattino avrà la vettura pronta.

Pericolo incendi

Questo in realtà è un falso mito, ma vale la pena affrontarlo. È infatti falso che potenzialmente le auto elettriche potrebbero rischiare maggiormente di incendiarsi. Lo dimostrano i test Euro NCAP che in genere vedono le auto elettriche passare con il massimo dei voti.

Il problema è piuttosto che in caso di incendio è più difficile spegnerlo, e per questo si sono studiati metodi e schiume apposite per farlo.

Pesano di più

Le batterie delle auto elettriche pesano moltissimo, quindi le auto elettriche pesano di più delle controparti a benzina. Questo ha degli impatti non solo ambientali (polveri sottili da pneumatici e pastiglie dei freni), ma anche strutturali. 

Una Fiat 500 pesa 970 kg, mentre una Fiat 500 elettrica pesa 1300 kg. Una Peugeot 208 pesa 1175 kg, una Peugeot 208 elettrica pesa 1530 kg.

In alcuni casi sarà necessario effettuare nuovi calcoli per stabilire i limiti di alcune infrastrutture. 

Quali sono gli svantaggi delle auto elettriche

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Vediamo adesso gli svantaggi più importanti delle auto elettriche. 

L'infrastruttura di ricarica

Una delle preoccupazioni degli aspiranti acquirenti di auto elettriche è la distribuzione dei punti di ricarica. Questo è in effetti uno dei maggiori problemi allo sviluppo della tecnologia. 

In Italia i punti di ricarica stanno aumentando regolarmente, ma si potrebbe far meglio. Innanzitutto con la rete autostradale. La legge di Bilancio 2021 aveva stabilito che i concessionari autostradali hanno l'obbligo di installare colonnine di ricarica ultra fast. Almeno una ogni 50 km. La rete è cresciuta in questo senso, ma non sono ancora così veloci. E non sono abbastanza.

Inoltre se si guarda la diffusione delle colonnine in Italia (immagine sotto, dati Motus-E al 31 dicembre 2023) si nota un forte accentramento nei centri urbani e al Nord. In alcune Regioni, invece, c'è una notevole carenza, come in Calabria, Sardegna, Basilicata.

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Autonomia inferiore

Le auto elettriche hanno, in media, un'autonomia più breve rispetto alle auto a benzina. I modelli più economici si fermano a 200 km, mentre quelle con più autonomia arrivano anche a 600-700 km, ma costano di più.

Questo è indubbiamente vero, ma ci sono un paio di considerazioni da fare. La prima è, come già detto, che il passaggio all'auto elettrica richiede un cambio di paradigma: non fare il pieno. Piuttosto bisogna ricaricare spesso. Questo ha poi un vantaggio nella durata della batteria. 

La seconda è che non abbiamo bisogno di una batteria sempre carica al massimo, a meno che non si faccia un lungo viaggio. Per le necessità di un pendolare, da 50 km al giorno, una ricarica al giorno anche a corrente alternata può bastare. 

Nondimeno, è un netto svantaggio rispetto alle auto a benzina, hanno 800 e più km di autonomia. 

Prezzo base più elevato

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Uno dei grandi svantaggi delle auto elettriche è che di base costano di più.

Questo era uno dei falsi miti che avevamo sfatato nel nostro articolo dedicato, quindi è bene approfondire l'argomento. 

Le auto elettriche non costano molto di più a parità di allestimento, ma è vero che il prezzo base di un'auto elettrica è più alto. Una Fiat 500 parte da 17.700 euro, mentre una Fiat 500 elettrica parte da 28.950 euro. Ovviamente ci sono importanti differenze di allestimento, ma agli utenti questo interessa poco. 

Si prevede che la parità tra costo di un'auto a benzina ed elettrica si raggiungerà nel 2027, ma per il momento c'è una certa disparità. Questo comporta che le auto elettriche sono ancora fortemente dipendenti dagli incentivi (inclusa l'esenzione dal bollo). Tanto è vero che le vendite si arrestano in loro assenza.

Bisogna poi considerare che il costo di gestione di un'auto elettrica è molto inferiore, e che non si paga per entrare in zone chiuse delle città. 

Svalutazione dell'usato

Nonostante il fatto che i Governi di tutto il mondo spingano verso l'adozione delle auto elettriche, queste si svalutano maggiormente.

E non di poco. Da dati di novembre 2023 negli Stati Uniti, un'auto a benzina si svaluta in tre anni mediamente del 28%. Per un'auto elettrica, si arriva al 41%.

In Europa, i dati 2023 parlano di un mantenimento del valore delle auto a benzina dopo tre anni del 70%. Per quelle elettriche del 60%, il che è in linea con i dati nordamericani.

Sembra un controsenso, ma a incidere sul fenomeno ci sono diversi motivi. Il primo sono gli incentivi, che "sfalsano" il mercato. In secondo luogo c'è la preoccupazione per la durata delle batterie

Un altro motivo riguarda l'obsolescenza: le auto elettriche continuano a migliorarsi, il che vuol dire che i modelli attuali sono già vecchi. Questo vale per la capienza della batteria, l'efficienza, la velocità di carica o altre specifiche.  

Costo dell'elettricità

Al momento caricare un'auto elettrica a casa o a corrente alternata alle colonnine costa meno rispetto alla benzina. In alcuni casi è anche gratis.

L'elettricità però dipende anche dalla situazione geopolitica, e non sono da escludere aumenti anche importanti in certe situazioni.

E cosa succederà una volta che il parco macchine aumenterà? E se il Governo dovesse trovarsi costretto a introdurre le accise sull'elettricità per far quadrare i conti? In quel caso potrebbe essere un problema

Quali sono gli svantaggi ambientali delle auto elettriche

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Finora abbiamo parlato di difetti e svantaggi delle auto elettriche lasciando in sospeso la questione ambientale. Se le auto elettriche infatti sono viste come la rivoluzione verde, non è vero che non inquinano. Lo fanno, meno, ma a certe condizioni e in modalità diverse. Andiamo a vederle. 

Produzione di elettricità

Uno dei maggiori vantaggi delle auto elettriche è che non generano emissioni, responsabili per il 15% dei gas serra nell'ambiente. Ma cosa succede se si utilizzano centrali a carbone per produrre elettricità? Si sposta semplicemente il problema a monte. 

È vero che le auto elettriche sono più efficienti di quelle a combustione, quindi anche così si inquinerebbe di meno.

Ma è importante che la generazione di elettricità avvenga tramite fonti rinnovabili.

Nondimeno, la maggior parte della produzione elettrica in Italia avviene da centrali a gas, quindi il problema si pone. È vero che le fonti rinnovabili sono sfruttate in misura sempre maggiore, ma non siamo ancora arrivati alla sostituzione di questa fonte. 

Costruzione delle batterie 

Il pacco batteria è il componente più dannoso per l'ambiente di un veicolo elettrico. Questo aspetto sta migliorando, ma nondimeno resta un problema. 

La questione non riguarda solo la produzione delle batterie, ma anche l'approvvigionamento delle materie prime. Su tutte il cobalto e il litio, che non solo inquinano enormemente, ma avvengono anche in condizioni di lavoro eticamente non accettabili.

Non che l'industria petrolifera faccia meglio, ma non è quella rivoluzione verde che molti sperano. Gli studi sull'impatto ambientale delle auto elettriche prendono in considerazione l'intero ciclo di vita della vettura. 

Da questi, si vede, come il maggiore inquinamento si ha durante la produzione della vettura, mentre con le auto a benzina negli anni.

Uno studio dell'Associazione ingegneri tedeschi Vdi in collaborazione con il Karlsruhe Institute of Technologyche ha affrontato il problema. 

Da questa analisi è risultato che le auto a batteria inquinano sì meno di quelle a benzina, ma dopo 90.000 km

Smaltimento delle batterie

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Un altro problema riguarda lo smaltimento delle batterie. Come abbiamo anticipato nei capitoli precedenti, le batterie degradano nel tempo. Sotto una certa soglia, tra il 70 e l'80%, devono essere sostituite. 

Questo non vuol dire che verranno buttate via, ma utilizzate in progetti che consentono di sfruttare la capacità residua. L'illuminazione della Johan Cruyff Arena di Amsterdam, ad esempio, avviene con le batterie sostituite delle auto. Alla fine, però, dotranno essere smaltite per recuperare i materiali.

Lo smaltimento in effetti è un problema. Al momento Tesla afferma di poter recuperare fino al 92% dei materiali, ma altre aziende fanno più fatica. Sono allo studio tecniche per recuperare manganese, nichel e litio, che non sono vantaggiosi economicamente da riciclare.

Il cobalto invece si può riciclare più facilmente. 

Altre aziende invece optano per immagazzinare le batterie esaurite e aspettare tempi in cui sarà più facile (e vantaggioso) riciclarle. In ogni caso, non c'è ancora una soluzione condivisa.

Polveri sottili

C'è infine un altro problema: le polveri sottili. Pesando mediamente di più, le auto elettriche provocano un maggiore consumo di pastiglie dei freni e pneumatici. 

Questo si è visto in Norvegia, dove l'80% delle auto è elettrica e dove c'è stato un aumento esponenziale delle polveri sottili. Per questo la specifica Euro 7 ha in previsione di stabilire limiti di PM10 per i freni: 7mg/km (fino al 2034), 3 mg/km (dal 2035). 

Per l'inquinamento da abrasione degli pneumatici non ci sono ancora limiti in quanto non c'è uno standard di misurazione.

Quali sono i vantaggi delle auto elettriche

Quali sono i difetti e gli svantaggi delle auto elettriche

Abbiamo parlato tanto degli svantaggi delle auto elettriche, ma ciò non significa che non ci siano anche dei vantaggi. Non è esattamente lo scopo di questo articolo approfondirli, ma giusto per chiarezza andiamo brevemente a elencare i benefit delle EV.

LEGGI ANCHE: Le auto elettriche più economiche

Sono efficienti dal punto di vista energetico

L'efficienza energetica si riferisce alla quantità di energia proveniente dalla fonte di carburante. E che viene convertita in energia effettiva per alimentare le ruote di un veicolo.

Le auto elettriche sono molto più efficienti dei veicoli convenzionali alimentati a benzina. Le batterie convertono dal 59 al 62% di energia in movimento del veicolo, mentre le auto a benzina convertono solo tra il 17 e il 21%. Il resto è disperso in calore.

Riducono le emissioni

Le auto elettriche non producono emissioni durante il loro funzionamento. Inoltre, anche considerando il ciclo di vita producono meno emissioni di un'auto a benzina, anche se dopo 90.000 km.

Non richiedono molta manutenzione

I veicoli completamente elettrici richiedono meno manutenzione rispetto ai motori a combustione interna. Questo perché ci sono meno componenti mobili, e quindi soggette a rottura.

Ci sono solo tre parti, statore, rotore e involucro. Mentre la parte di alimentazione è demandata a batterie e inverter. 

Sono silenziose

Non essendoci un motore a combustione, le auto elettriche sono estremamente silenziose.

Tanto che è stato introdotto l'AVAS per avvisare i pedoni ed evitare incidenti.

Accelerazione

Tra i vantaggi del motore elettrico c'è la possibilità di avere tutta la coppia immediatamente disponibile. Questo significa che le auto elettriche accelerano in maniera incredibilmente rapida, e offrono più sicurezza in caso di sorpasso.

Domande e risposte

Le auto elettriche possono avere alcuni problemi, come l'autonomia inferiore rispetto alle auto a benzina, la ricarica più lenta e il prezzo più elevato. Di contro, inquinano meno delle auto a benzina, sono più silenziose e hanno un'accelerazione maggiore.
Le auto elettriche possono durare quanto le auto a benzina. Solo la batteria è un componente che si deteriora. Una batteria può durare dai 10 ai 20 anni, e fino a 250.000 km.